Ribollita toscana: la ricetta tradizionale

ribollita toscana ricetta originale Gestione dei Soffritti

Non si sfugge: la ricetta tradizionale della ribollita toscana è quella e si deve diffidare dalle imitazioni. Della serie “ho visto cose…che voi umani…” e sì ho visto cose su Google e Pinterest riguardo la ribollita che voi umani… Mettiamo subito un punto fermo, quindi: il parmigiano NON ci va! Da perfetta zuppa povera contadina richiede olio extravergine di qualità (il Petroni specifica chiaramente “di frantoio“), una spolveratina di pepe nero macinato al momento e delle cipolle tagliate sottili e rigorosamente crude.

Questo è un brillante esempio di ricetta toscana vegetariana, anzi proprio vegana. A differenza di quanto avviene nei ristoranti, la ribollita toscana è un vero e proprio piatto unico: del resto ci sono i carboidrati dati dal pane e dalle patate, ci sono le proteine dei fagioli e verdure in abbondanza.

Un piatto che aiuta ad affrontare le fredde giornate invernali, dando la giusta carica e che oggi, da piatto contadino per eccellenza, si è trasformato in una vera prelibatezza, un comfort food che non molti si prendono la briga di cucinare. Si trova così già pronta nei reparti gastronomia dei supermercati, nelle pizzicherie…ma se volete un consiglio organizzate bene i tempi e preparatela a casa: avrete un ottimo piatto economico e salutare, che vi permetterà di riutilizzare il pane avanzato.

ribollita toscana ricetta tradizionale Gestione dei Soffritti

Il segreto per una perfetta ribollita toscana? La qualità degli ingredienti

La ribollita toscana è a tutti gli effetti un piatto di recupero, come si può capire dal nome stesso: è una zuppa, infatti, che viene riscaldata (“ribollita” appunto) il giorno dopo, assieme ad un filo d’olio extravergine d’oliva. E qui apriamo una nota sugli ingredienti: la qualità è fondamentale e in questo caso dovrete assicurarvi di avere del pane toscano raffermo, ovvero del pane senza sale; dell’ottimo olio extravergine di oliva (toscano possibilmente per le particolari note aromatiche e la quasi inesistente acidità); del cavolo nero che abbia passato almeno una “ghiacciata”, ovvero che sia stato esposto in fase di coltivazioe a temperature inferiori allo zero.

ribollita toscana ricetta originale Gestione dei Soffritti

Ribollita toscana: la ricetta tradizionale
 
Tempo di prep.
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Un classico esempio di cucina povera e vegetariana, che oggi forse definiremmo ecosostenibile.
Autore:
Tipo di ricetta: Primo piatto
Cucina: Toscana - Vegetariana
Porzioni: 6
Quello che serve:
  • fagioli cannellini secchi, g 400
  • cavolo nero, g 400
  • cavolo verza, g 800 (circa ½ palla)
  • bietola, g 300
  • 2 patate
  • 2 carote
  • 1 costa di sedano
  • 1 cipolla
  • 2 spicchi d'aglio
  • pane toscano raffermo, g 400
  • pomodoro pelato, g 300
  • timo (pepolino)
Preparazione:
  1. La sera precedente mettete in ammollo i fagioli cannellini, assieme ad un pizzico di bicarbonato. L'indomani lessateli in circa 2 litri di acqua assieme ad uno spicchio d'aglio (che avrete poi cura di togliere).
  2. Cotti i fagioli, toglietene circa ⅓ e passate i restanti assieme al brodo di cottura.
  3. In una pentola molto capiente preparate un soffritto con la cipolla tritata, a cui andrete ad aggiungere anche il sedano e le carote tagliate a fettine, insaporendo con un po' di timo.
  4. Aggiungete le verdure tagliate, quindi unitevi il pomodoro e fate insaporire per qualche minuto.
  5. Aggiungete quindi la broda dei fagioli e fate cuocere a fiamma bassa per circa 40 minuti.
  6. Unite alla zuppa anche i fagioli tenuti da parte ed il pane tagliato a fettine, quindi mescolate accuratamente in modo da uniformare bene la zuppa. A questo punto avrete ottenuto la minestra di pane.
  7. La sera o il giorno successivo prendete il tutto e fatelo ribollire per alcuni minuti assieme ad un filo d'olio extravergine di oliva.
  8. Servite ben calda o tiepida con della cipolla cruda (se piace), un filo d'olio e del pepe macinato al momento.

 

Una risposta a “Ribollita toscana: la ricetta tradizionale”

  1. […] e largo per il web cercando la ricetta originale ed ho preso quella che mi sembrava la migliore (questa), alla quale ho comunque apportato qualche piccola modifica. Spero che i toscani doc non me ne […]

Lascia un commento

Vota questa ricetta: