Pesto di cavolo nero: per una pasta senza compromessi

pesto di cavolo nero, ricetta Gestione dei Soffritti

Tra le ricette di primi piatti, la pasta con il pesto di cavolo nero è senza dubbio insolita: eppure una volta provata è difficile non amarla, per il suo sapore, per la sua versatilità…per il suo richiamo alla cucina toscana a cui difficilmente so resistere.

Una ricetta decisamente low cost e ricca di proprietà: avevo del cavolo nero in frigo, comprato di nascosto al socio che, giustamente, vorrebbe cogliere quello dell’orto. Il fatto è che essendo i primi mesi e avendo la terra vergine (ma leggi: un groviglio indistruttibile di gramigna e terra compatta), complice il tempo assurdo di quest’anno, l’orto sta andando a rilento, ad eccezione di rucola e cime di rapa. E poi da bravi toscani si dovrà pur aspettare la gelata per il cavolo nero? 🙂

Ad ogni modo, me ne era avanzato un pochino, diciamo circa mezzo mazzetto di quelli che si possono trovare ai supermercati. Sapendo che le bimbe non l’avrebbero mangiato se non, forse, fritto, mi sono ingegnata sulla pasta (per altri consigli, potete consultare la pagina dedicata ai consigli sull’alimentazione dei bambini). E pesto fu! Unendo una verdura prettamente invernale con una pianta aromatica dai sapori estivi come può essere il basilico, ho preparato un pesto di cavolo nero davvero particolare: il risultato? La più grande ha finito prima e la più piccola aveva la bocca completamente verde…della serie “buon appetito – piatto pulito“! 😀

pesto di cavolo nero, ricetta Gestione dei Soffritti

Pesto di cavolo nero e pasta integrale: l’abbinamento perfetto

L’abbinamento in questo caso è stato fatto con della pasta integrale, per dare più risalto al sapore rustico del condimento.

Non lo dite ai bambini…ma il pesto di cavolo nero, così come vuole questo ortaggio e in pieno rispetto per la cucina toscana, vuole un piccolo bicchiere di vino rosso come accompagnamento. La filosofia è bere poco privilegiando la qualità, inutile prendere il primo vino che capita in offerta al supermercato, a meno che non sia una buona offerta in termini di qualità! Stesso si può dire per l’olio: rigorosamente extravergine e di ottima qualità…senza dimenticare che è meglio condire a crudo per mantenerne intatte le caratteristiche.

pesto di cavolo nero, Gestione dei Soffritti

Pesto di cavolo nero: per una pasta senza compromessi
 
Tempo di prep.
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Per chi cerca una pasta diversa dal solito, per chi ama i sapori decisi: questo primo piatto sarà una piacevole sorpresa!
Autore:
Tipo di ricetta: Primo piatto
Cucina: Mediterranea - Toscana - Vegetariana - Vegan
Porzioni: 4
Quello che serve:
  • 380 g di pasta integrale
  • ½ mazzetto di cavolo nero
  • 1 spicchio d'aglio
  • circa 10 foglie di basilico
  • circa 10-12 mandorle
  • olio extravergine di oliva
Preparazione:
  1. Dopo aver ben lavato il cavolo nero e tolto le parti più dure, sbollentatelo per qualche minuto nell'acqua in cui andrete a cuocere la pasta. Scolatelo bene e mentre la pasta sarà in cottura preparate il pesto.
  2. Mettete le foglie di cavolo in un mixer, aggiungete l'aglio sbucciato, le foglie di basilico e le mandorle, quindi azionate fino a quando non avrete ottenuto una purea omogenea. Aggiungete dell'olio extravergine di oliva fino a quando non avrete la consistenza desiderata.
  3. Scolate la pasta al dente e conditela con il pesto di cavolo nero; una spolveratina di pepe macinato al momento, qualche pezzetto di mandorla e un filo d'olio a crudo completeranno il piatto.

 

Lascia un commento

Vota questa ricetta: