Pasta e ceci, ricetta toscana

pasta e ceci, gestione dei soffritti

Pasta e ceci è un primo piatto corposo e semplice allo stesso tempo, che grazie alle sue caratteristiche è perfetto per allietare le giornate più fredde dell’anno.

A casa nostra funziona così: si mettono in ammollo i ceci, si mangiano lessi e con quelli che avanzano si fa la minestra di ceci. Peccato che ne avanzino sempre pochi o troppo pochi per lasciarne qualcuno intero nella minestra. Così rimane la voglia, si rimettono i ceci in ammollo e ricomincia la storia! I legumi sono semplicemente fantastici!

pasta e ceci, gestione dei soffritti

Pasta e ceci è un primo piatto della tradizione povera toscana: effettivamente è una minestra bella ricca, grazie al buon apporto calorico dei ceci, perfettamente equilibrato dall’utilizzo della pasta, ottima fonte di carboidrati. Abbinare i carboidrati ai legumi è una prassi salutare, perché permette di avere in un unico pasto tutti gli aminoacidi essenziali: un po’ come quando si mangiano le proteine animali. Del resto questa ricetta è, come già ricordato, tipica della tradizione contadina, dove la carne era un lusso che solo pochi potevano permettersi.

Scaldiamo quindi le nostre serate invernali con questa strepitosa ricetta, che poi è un altro piccolo esempio di come anche la nostra cucina tradizionale possa vantare incredibili ricette vegetariane e vegane.

pasta e ceci, gestione dei soffritti

Pasta e ceci, la ricetta perfetta

Ingredienti:

  • ceci secchi, g 250
  • pasta del tipo ditalini (bombolottini), o anche filini, circa g 50
  • pomodori pelati o passata di pomodoro
  • aglio
  • 2 rametti di rosmarino

Preparazione:

Per prima cosa fate ammollare i ceci in abbondante acqua, assieme ad un pizzico di bicarbonato, per almeno 12 ore.

Dopo l’ammollo, sciacquate i ceci e fateli cuocere assieme ad un rametto di rosmarino. Nel frattempo preparate una salsa di pomodoro, facendo soffriggere leggermente lo spicchio d’aglio ed aggiungendo in cottura il rosmarino.

Quando i ceci saranno cotti, salateli, mettetene da parte circa un terzo e passate i rimanenti al passaverdura assieme ad un po’ di liquido di cottura. Una soluzione più veloce prevede di utilizzare un mixer ad immersione, ma in questo caso vi consiglio di levare parte del liquido di cottura ed aggiungerlo successivamente per ottenere la consistenza desiderata. Dovrà risultare una zuppa liquida, non cremosa: la pasta addenserà molto il piatto.

Aggiungete la salsa di pomodoro, mescolate con cura e portate il tutto a ebollizione; a questo punto fatevi cuocere la pasta: ottimi i ditalini (da noi si chiamano anche bombolottini), oppure i capellini d’angelo. Ma visto che pasta e ceci è un piatto rustico, provate ad aggiungervi anche degli spaghetti finemente spezzettati: il risultato sarà eccezionale, ve lo garantisco.

Lascia un commento