Hummus di ceci

Hummus di ceci

L’hummus è una semplice crema a base di ceci e tahini, dal sapore intenso e particolare: un piatto a cui non si può rinunciare.

Hummus di ceci

Ho conosciuto l’hummus nei miei viaggi di lavoro-studio in Palestina, dove viene servito a colazione, pranzo e cena (e non è uno scherzo!) e non viene visto come accompagnamento a carne o felafel, ma è considerato proprio un piatto a sé. La tradizione araba, tra l’altro, prevede che venga servito un unico piatto, dove tutti i commensali possono attingere liberamente: per l’hummus, ad esempio, si usa distribuire il pane arabo ed ognuno può intingere un pezzetto di pane nell’hummus o in olio e za’ater (una miscela di spezie tipicamente palestinese).

Vero caposaldo della cucina naturale, rappresenta un piatto irrinunciabile per chi segue una dieta vegetariana – o vegana -. Così è diventato per me una specie di comfort food, un piatto che ormai è entrato a pieno titolo a far parte della mia tradizione culinaria.

La preparazione dell’hummus è davvero semplicissima, ma vorrei aggiungere una nota riguardo alle quantità degli ingredienti. Ogni famiglia ha la sua ricetta personale di hummus: oltre ai cinque ingredienti di base (ceci, olio EVO, limone, tahini e aglio), si possono fare piccole aggiunte a proprio piacimento. Anche le dosi cambiano molto da famiglia a famiglia: io stessa cambio le dosi in base al momento (più aglio se voglio avere un effetto disinfettante, più tahini se voglio aumentare il contenuto di calcio o proteico, limone in caso di disturbi gastro-intestinali)…insomma vi invito a sperimentare! Personalmente aggiungo dei semi di cumino pestati e qualche fogliolina di prezzemolo, ma appunto è una variazione soggettiva.

Il tahini, che altro non è se non la pasta di sesamo, lo potete preparare da soli tostando e schiacciando i semi di sesamo fino a ridurli in crema; altrimenti lo trovate in qualsiasi negozio o supermercato biologico.

Si possono utilizzare i ceci in barattolo? La risposta è sì e no. Ne esistono alcuni di buona qualità, ma sarebbe preferibile utilizzare i ceci cotti da voi. Certo che a volte si tratta di una soluzione salvatempo…allora magari fate scorta di ceci biologici in scatola, oppure prendete quelli cotti che si trovano al supermercato.

Hummus di ceci

Ingredienti:

  •  250 gr circa di ceci già cotti – circa 130 gr di ceci secchi da ammollare la sera precedente (in alternativa: una confezione di ceci già cotti)
  • 1/2 limone
  • 1 cucchiaio di tahini
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo (facoltativo)
  • semi di cumino (facoltativo)

Procedimento:

Scolate brevemente i ceci, lasciandoli ancora umidi e metteteli nel mixer: aggiungetevi il succo di mezzo limone (attenzione ai semi che se tritati daranno un sapore amaro), lo spicchio d’aglio sbucciato e tagliato a pezzettini, il tahini (mescolate sempre dal fondo del barattolo perché la parte solida tende a depositarsi sul fondo) e, se volete, qualche foglia di prezzemolo e mezzo cucchiaino di semi di cumino pestati. Aggiungete l’olio ed azionate il mixer: aggiungete olio fino ad ottenere una consistenza cremosa (potete aggiungere anche un pochino di acqua, ma attenzione a non esagerare altrimenti il sapore potrebbe risultare un po’ più blando).

Trasferite il vostro hummus in un piatto o in una coppetta ed aggiungete un filo di olio EVO per guarnire. Servite con verdure crude o al vapore, pane azzimo o arabo o con dei semplici cracker.

Ti è piaciuta la ricetta? Gestione dei Soffritti è anche su Facebook! Se vuoi rimanere in contatto, segui la fan page a questo indirizzo.

5 Risposte a “Hummus di ceci”

  1. Ciao, molto interessante!provero’ a farla sicuramente, devo comprare la crema di sesamo pero’ grazie per la buona ricetta ^^.
    http://lafloppola.blogspot.it

    ciao!

    1. gestionesoffritti dice: Rispondi

      Ciao Flo! Grazie per il commento! La crema di sesamo è davvero molto versatile, ti consiglio di comprarla! Ci preparo anche la besciamella light, a breve la ricetta! 😉 A presto!

  2. L’hummus e’….
    Pero’ i ceci NON in scatola. Tutte le variazioni possibili sul tema, ma coi ceci ammollari e cotti.

    (Ci tengo XD )

    1. gestionesoffritti dice: Rispondi

      Matteo…hai perfettamente ragione!
      Però…vorrei spezzare una lancia a favore dei ceci in scatola: se ne trovano di, diciamo, accettabili e soprattutto sono un salvavita per chi arriva la sera alle 7 e deve avere cena pronta alle 7.30 (e si è dimenticato di mettere i legumi a bagno! 😛 ).
      Ma: siccome questa è in realtà una scusa alla mia pigrizia…vado a modificare l’articolo! 😉

      1. Assolutamente ce ne sono di anche buoni. E salvan la vita, io li tengo in dispensa.
        Diciamo che volendo fare un ottimo hummus ci vole i’cecio bono, le spezie e gli aromi a piacere e secondo disponibilita’ ed estro.
        Io ad esempio il prezzemolo tagliato a coltello ce lo metto sempre, poi vado di paprika dolce e limone abbondante, oltre che ovviamente olio aglio e tahin. Tahin che faccio da me per motivi strettamente economici.
        Tengo il peperoncino opzionale, non uso il cumino che mi piace poco, e a volte ci metto un po’ di curcuma. Le variazioni son tantissime. Ma quanto e’ buono!!!

Lascia un commento