Fagioli al fiasco, senza fiasco!

fagioli al fiasco in slow cooker

I fagioli al fiasco sono una tipica ricetta fiorentina, che sfrutta la cottura lenta effettuata in questo piccolo contenitore per conferire aromi e profumi inediti ai legumi. In questa ricetta vi insegno a prepararli senza l’ausilio del tipico fiasco.

Un tempo il focolare era un elemento fondamentale di ogni abitazione e veniva utilizzato sia per riscaldare che ovviamente per la cottura dei cibi. A Firenze era suo preparare i fagioli al fiasco: la cottura avveniva all’interno dei fiaschi da vino a cui era stata tolta la paglia; questi venivano adagiati sulla brace e lasciati lì per 8-10 ore almeno. Una cottura lenta che permetteva ai legumi di insaporirsi egregiamente, senza necessità di aromi particolari. Un filo d’olio extravergine a crudo ed una macinata di pepe, pane e vino e il pasto era pronto.

Mi ha sempre incuriosito molto questa cottura, ma non avendo un camino e non avendo un fiasco con la bocca larga (altrimenti i fagioli non riescono ad uscire) mi sono arrangiata in un altro modo.

Premetto che per chi volesse esistono in commercio dei fiaschi appositi, ma so che bisogna prestare un po’ di attenzione e se li fanno pure pagare abbastanza. Ma se ci pensiamo bene il principio alla base dei fagioli al fiasco è la cottura lenta in un ambiente raccolto: lo stesso principio della slow cooker (o crock pot). Trovate peculiarità e vantaggi di questa straordinaria pentola in questo post; per il momento vi dico che è semplicissima da utilizzare e davvero molto versatile.

I fagioli al fiasco vengono davvero ottimi: saporiti, con una consistenza soda, ma non croccante e molto leggeri.

fagioli al fiasco in slow cooker

Fagioli al fiasco con Slow Cooker

Ingredienti:

  • fagioli cannellini, g 250
  • 1 spicchio d’aglio
  • 2-3 foglie di salvia
  • grani di pepe

Preparazione:

Mettete i fagioli a bagno in acqua fredda con una puntina di bicarbonato per una notte intera. La mattina scolateli e sciacquateli, quindi metteteli in una pentola d’acqua e portate velocemente ad ebollizione. Togliete l’eventuale schiuma e fate bollire per 10 minuti: in questo modo eliminerete i fitati, sostanze che ostacolano il corretto assorbimento dei nutrienti.

Scolate i fagioli e metteteli nella slow cooker, aggiungendo tanta acqua quanta ne basta per ricoprirli (circa 650 ml). Mettete le foglie di salvia sciacquate, l’aglio non sbucciato e qualche grano di pepe, chiudete il coperchio ed impostate la pentola sulla modalità di cottura più alta.

Fate cuocere per circa 8 ore, assaggiando eventualmente per saggiare il grado di cottura. Salate alla fine e fate riposare qualche minuto per permettere una corretta distribuzione del sale.

Servite i fagioli al fiasco ben caldi, conditi con un filo di ottimo olio extravergine d’oliva ed una spolveratina di pepe nero macinato al momento.

2 Risposte a “Fagioli al fiasco, senza fiasco!”

  1. adoro i fagioli, fatti così semplici semplici poi sono il must!

    1. gestionesoffritti dice: Rispondi

      Anche a me piacciono molto e devo dire che così sono fantastici! 🙂

Lascia un commento