Bieta in padella

bieta in padella

La bieta in padella è un contorno semplice e veloce da realizzare: cosa non da poco, può essere la base per preparare deliziosi ripieni per torte salate e sformati.

Il trucco imprescindibile per fare delle ottime biete in padella è la qualità della materia prima: le bietole dovranno essere freschissime e risultare abbastanza tenere da poter essere cotte direttamente in padella, senza quindi la necessità di essere prima sbollentate. Questo perché la cottura sarà più breve e riusciremo a preservarne tutte le proprietà, soprattutto per quanto riguarda il contenuto in vitamine.

L’aggiunta di uno spicchio d’aglio le renderà più aromatiche e soprattutto, grazie a questa cottura, potrete ridurre moltissimo il contenuto di sale. Le bietole, come gli spinaci, se saltati in padella saranno naturalmente saporiti, a differenza della cottura in acqua che disperdendone i sali minerali, le farà risultare meno saporite, con conseguente aggiunta di sale.

Molto ricche di ferro e di acido folico, le bietole hanno anche proprietà diuretiche e rinfrescanti e aiutano l’organismo a liberarsi dalle tossine presenti.

Insomma la bieta in padella non dovrebbe mai mancare sulle nostre tavole! Ma vediamo adesso qualche consiglio per prepararle al meglio.

bieta in padella

Bieta in padella

Ingredienti:

  • 1 mazzo di bietola da taglio
  • 1 spicchio d’aglio
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione:

Tagliate le parti più dure alla base e lavate accuratamente la bieta. Se è molto sporca mettetela in ammollo con acqua e bicarbonato (circa un cucchiaino) per circa 5 minuti, quindi scolatela e rimettetela in altra acqua. Procedete in questo modo fino a quando l’acqua non risulterà pulita (conservate l’acqua di lavaggio: vi servirà per innaffiare le piante!).

Mettete un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio in una padella molto capace, quindi mettetevi le foglie di bietola e fate cuocere lentamente con un coperchio. Giratele con molta cautela per evitare che le foglie, soprattutto all’inizio, fuoriescano. In breve vedrete ridursi il loro volume grazie alla cottura. Non prolungate eccessivamente la cottura per evitare di denaturare le vitamine.

A cottura ultimata aggiustate di sale ed aromatizzate eventualmente con qualche spezia. Per massimizzare l’assimilazione del ferro servite la bieta in padella con del limone strizzato al momento.

3 Risposte a “Bieta in padella”

  1. Sono più che d’accordo con ciò che consigliate, anche io preferisco non bollire quasi tutte le verdure per mantenere così integre molto di più le loro proprietà,

  2. Anch’io cuocio le verdure direttamente in padella così non perdono le loro caratteristiche nutritive e…nemmeno il gusto!!!!

    1. Grazie per il suo commento!
      Verissimo, le proprietà e il gusto sono maggiori con lo spadellamento! 🙂

Lascia un commento