Pancakes vegani, per una colazione da Re

pancakes vegani, Gestione dei Soffritti

Dici pancake e ti viene subito in mente una grande colazione. Ma con i pancakes vegani è tutta un’altra musica, più leggeri di quelli classici, ma molto, molto saporiti.

pancakes vegani, Gestione dei Soffritti

Il segreto per dei pancakes deliziosi è l’alveolatura interna, che consente al dolcetto di impregnarsi di sciroppo d’acero: perché il buono dei pancake è proprio lo sciroppo d’acero, un dolcificante naturale dal sapore molto gustoso. Poi ognuno è libero di metterci quello che vuole, dalla marmellata alla crema di cioccolato, ma secondo me lo sciroppo d’acero è proprio il suo. Insomma ci si sente un po’ paperino a far colazione così! E pensare che ho sempre sognato fare una colazione del genere, complice la grande passione per “Topolino” quando ero piccola. Bene, adesso non mi rimane altro che preparare una di quelle mega torte di nonna Papera e riparare il tetto con le scandole di legno!

Ma torniamo ai nostri pancakes vegani: sono più leggeri di quelli con le uova e soprattutto si ha l’accortezza di utilizzare della farina semi integrale, saranno in grado di apportare un buon livello di fibre. Sono perfetti per la colazione, ma ottimi anche per una gustosa merenda. Insomma, una ricetta tutta da scoprire e da sperimentare (qui trovate l’originale): credetemi, fare colazione così sarà davvero eccezionale!

pancakes vegani, Gestione dei Soffritti

Pancakes vegani, ricetta senza uova

Ingredienti:

  • latte di soia, ml 360
  • olio di semi di girasole, 20 g
  • zucchero, g 15
  • farina (anche semi-integrale), g 220
  • lievito acido tartarico, 1 cucchiaino
  • 1 pizzico di sale (anche vanigliato)

Preparazione:

Unite tutti gli ingredienti e mescolate fino ad ottenere una pastellina liquida, liscia ed omogenea. Ungete leggermente una padellina e versatevi un romaiolo di preparato, girando non appena vedrete comparire delle bolle sulla superficie.

Via via che sono pronti disponeteli sopra un piatto, creando la classica “torre”; coprite con un canovaccio o fateli riposare in forno leggermente tiepido.

I pancakes vegani vanno mangiati caldi e sono ottimi serviti con lo sciroppo d’acero, da mettere rigorosamente sopra l’ultimo e facendolo colare verso tutti gli altri.

4 Risposte a “Pancakes vegani, per una colazione da Re”

  1. Mi piace moltissimo l’idea che siano vegani. L’aspetto è deliziosissimo e….. chissà che bontà!!!! ^_^

    1. gestionesoffritti dice: Rispondi

      Grazie Erica! Ho provato anche la versione con le uova, ma secondo me questi sono più buoni! Più leggeri e gustosi…insomma ci sto prendendo proprio gusto con la cucina vegana! 😉

  2. valentina bressan dice: Rispondi

    Cos’è il lievito acido tartarico? Si può sostituire con lievito “standard” x dolci?

    1. Il bitartrato di potassio o cremor tartaro è un sale estratto dall’uva che viene usato in associazione al bicarbonato di sodio come agente lievitante. Il lievito “standard” per dolci è una miscela di sali diversi dal precedente. Possono assolutamente essere sostituiti tra loro in quanto i meccanismi di azione sono simili. Non si può invece sostituire un agente lievitante con il lievito di birra o con la pasta madre in quanto i loro meccanismi di azione sono diversi.

Lascia un commento