Polpette ai carciofi con miglio e quinoa

polpette ai carciofi con miglio e quinoa

Le polpette ai carciofi con miglio e quinoa in salsa d’arancia rappresentano una valida alternativa alla carne, essendo ricche di proteine: l’aroma di carciofi, arricchito con lievi note di arancia, le rende davvero irresistibili…come tutte le polpette una tira l’altra ed anche i bambini ne saranno entusiasti!

polpette ai carciofi con miglio e quinoa

Non so voi…ma io mi ingegno spesso per trovare modi alternativi per far mangiare le verdure alle mie figlie: certo, anche se per molti versi non sarebbe corretto nasconderle in altre pietanze, non è assolutamente giusto costringere i bambini a mangiare le cose per forza. E allora…via libera alle verdure che preferiscono, con qualche piccola sorpresa per quelle che non si sognerebbero mai di mangiare!

Così sono nate queste polpette ai carciofi con miglio e quinoa: memore delle polpette di miglio e cavolfiore che hanno riscosso un successo inaspettato, ho tentato la variazione aggiungendo la quinoa e sostituendo il cavolo con i carciofi…poi visto che ero in vena (e soprattutto: avevo finito il pangrattato -_- ) ho infarinato le polpettine e le ho fatte saltare in padella sfumandole con del succo di arancia…il risultato è una deliziosa cremina che lega le polpette e le rende davvero incredibili!

Le ho provate anche senza salsa all’arancia ed erano ottime pure così! Un successo meritato per queste polpette ai carciofi, tra l’altro ricche di proprietà: il miglio, ricco di ferro e di preziose proteine, aiuta in caso di capelli sfibrati o indeboliti (come accade spesso in primavera ed in autunno), la quinoa ricchissima di proteine ed i carciofi che aiutano a depurare l’organismo…insomma ogni polpetta è un boccone di salute, tutto da gustare!

Polpette ai carciofi con miglio e quinoa, in salsa di arancia

Ingredienti:

  • 150 gr miglio
  • 150 gr quinoa
  • 4-5 carciofi (circa)
  • succo di arancia
  • farina (di riso se si vuole una ricetta gluten-free)
  • prezzemolo o cerfoglio
  • 1 spicchio d’aglio

Preparazione:

Pulite i carciofi eliminando le foglie più dure e le punte: tagliateli a fettine e fateli cuocere in una padella assieme ad un po’ d’olio EVO, lo spicchio d’aglio ed un poco di succo di arancia, allungando con acqua o brodo vegetale per ultimare la cottura. I carciofi dovranno risultare molto teneri e privi di sostanze fibrose.

Nel frattempo fate cuocere in acqua leggermente salata il miglio e la quinoa: anche se sarebbe meglio far cuocere il miglio con la tecnica dell’assorbimento, credo che in questo modo si possa velocizzare la preparazione ed ottenere una consistenza più adatta alla creazione di polpette. Dopo circa venti minuti il miglio e la quinoa saranno cotti, quindi scolateli e passateli sotto un getto di acqua fredda.

Quando i carciofi saranno cotti frullateli con l’aiuto di un mixer: se risultano molto fibrosi, invece, vi consiglio di preparare una purea con il passatutto. Mescolate i carciofi passati con il mix di miglio e quinoa, aggiustate di sale e aggiungete del prezzemolo tritato.

Create le polpette ai carciofi e, dopo averle infarinate, fatele saltare in una padella con un filo di olio EVO; sfumate con del succo di arancia e mescolate le polpette semplicemente smuovendo la padella con una certa decisione.

Non fate asciugare troppo la salsina così potrete servire le vostre polpette ai carciofi con miglio e quinoa ben irrorate dalla deliziosa salsina all’arancia.

polpette ai carciofi con miglio e quinoa

Alla prossima ricetta! 🙂

Sono anche su Facebook, con la pagina di Gestione dei Soffritti, oppure su Twitter: un modo per rimanere in contatto e scambiarci informazioni, fare due chiacchere, commentare ricette…ti aspetto! 🙂

2 Risposte a “Polpette ai carciofi con miglio e quinoa”

  1. Posso dirti che le trovo strepitose? Veramente geniali, brava!! E sei anche riuscita a far mangiare la quinoa, tipicamente amarognola, ai tuoi angioletti. Che meraviglia!!!

    1. gestionesoffritti dice: Rispondi

      Grazie Erica! Ehehe!!! Cosa non ci si inventa per far mangiare i bambini! 😉

Lascia un commento